MANOJ JUNEJA E LORD EATWELL PER PARLARE DI NUOVA ECONOMIA DOPO LA PANDEMIA

La rassegna d’incontri con l’editoria religiosa “Ascoltare, Leggere, Crescere” XVa edizione chiude il suo ricco programma di appuntamenti con un incontro di alto profilo. Martedì 19 ottobre presso il Consorzio Universitario di via Prasecco a Pordenone si è svolto il panel dal titolo “Pandemia e nuove sfide per una nuova crescita economica, sociale e culturale. Il debito dei paesi poveri condizionerà la nostra vita?”.

Sono intervenuti Manoj Juneja, Direttore Finanziario e Vicedirettore del WFP-Pam Premio Nobel per la Pace 2020 Lord John Eatwell, economista e Professore Emerito di Politica e finanza al Queens’ College di Cambridge, e Giancarlo Sandrin, CFA Italy Country Head, Legal & General Investment Management.

Ha coordinato il doppio appuntamento (ore 10 studenti delle scuole superiori, ore 12 studenti universitari), la professoressa Enrica Bolognesi, Professore Associato in Economia degli Intermediari Finanziari. L’evento è promosso nell’ambito del corso “Banca e Finanza” dell’Università degli Studi di Udine.

I BAMBINI E LA PANDEMIA. ALC2021, MATILDA E IL CORONAVIRUS

Per la prima volta la rassegna “Ascoltare, Leggere, Crescere” dedica uno spazio dedicato ai bambini e ai genitori. Venerdì 22 ottobre alle ore 18.00 presso la saletta T. Degan si svolgerà un incontro sul tema “I bambini e la pandemia. Strategie di resilienza”.
Interverranno il dott. Gian Luigi Luxardi, psicologo e psicoterapeuta, e Daniela Dose, giornalista e scrittrice, autrice della fiaba “ Matilda e il coronavirus” (ed. Segno).

La pandemia ha caratterizzato spesso pesantemente la nostra vita. Come l’hanno vissuta i bambini? Quali strategie mettere in atto a livello educativo per aiutarli a rielaborare i vissuti, le emozioni, le paure? Lo psicologo Luxardi offrirà molti spunti scientifici sia per conoscere come i bambini hanno vissuto la pandemia, sia per aiutarli a reagire e recuperare serenità. Anche la fiaba è uno strumento narratologico che puo’ aiutare i bambini. E offre ai genitori uno strumento per condividere esperienze insieme.
La fiaba racconta come i genitori di Matilda abbiano inventano l’asilo-scuola in casa.
Così la bambina, ogni giorno, viene coinvolta da mamma e papà in un’ avventura o in una attività divertente: c’è il giorno della pizza, e allora ci si scatena in cucina con la farina e gli ingredienti; il giorno della lettura e così mamma si cimenta nella lettura di fiabe, in particolare “La fiaba al tempo del Covid”; la giornata della musica;il giorno dell’inglese con le sagome della frutta da ritagliare e le parole corrispondenti in inglese.
Con questa fiaba capiamo che assieme si possono superare le prove più difficili.

A MANIAGO IL NUOVO LIBRO DI MONS. MALNATI

Martedì 5 ottobre alle ore 20.30 presso la Casa della Gioventù di Maniago è stato presentato il libro dal titolo “Gesù il Cristo nella fede della Chiesa. Dal Kerygma ai Concili. Sinodalità e tradizioni” (ed. Cantagalli Eupress FTL “Paolo VI. Parole ai presbiteri” (2020) di monsignor Ettore Malnati, Vicario Episcopale per il Laicato e la Cultura della Diocesi di Trieste. L’autore per l’occasione ha dialogato con il professor Roberto Castenetto, presidente del Circolo Culturale Augusto Del Noce.

Ultimo libro dato alle stampe dal presule tergestino, il volume è una rassegna sistematica della cristologia rintracciabile nelle testimonianze della Chiesa del I secolo fino ai giorni nostri. Dopo aver presentato sinteticamente la figura di Gesù, Malnati ripercorre le motivazioni e le conclusioni dei Sinodi e dei Concili dalla Chiesa delle origini a noi e descrive come la comunità cristiana, fedele alle fonti storiche e della tradizione, di volta in volta si sia confrontata con le varie tesi cristologiche della rivelazione, ricostruendo quanto è stato detto su Gesù nel corso dei secoli, fino a giungere al Credo del Popolo di Dio di Paolo VI. Emerge come all’origine della fede non ci sono solo il Kerygma – l’esperienza del Cristo risorto fatta dai discepoli e l’annuncio del messaggio cristiano nel Vangelo – e nemmeno un’astratta concezione cristologica, bensì il fatto storico della comparsa di Gesù di Nazareth nonché la sua crocifissione sotto Ponzio Pilato. Il Cristo della Storia ed il Cristo della Fede, non sono dunque contrapposti ed in antitesi e la fede nel Figlio di Dio non può prescindere dalla storicità di Gesù.

Monsignor Ettore Malnati, parroco di Nostra Signora della Provvidenza e di Sion a Trieste e Canonico Onorario del Capitolo della Cattedrale di San Giusto è docente di Teologia Sistematica sia al Seminario Interdiocesano di Gorizia-Udine-Trieste, che all’Istituto Superiore dei Scienze Religiose del Friuli Venezia Giulia. Presiede inoltre, sempre a Trieste, l’associazione culturale Studium Fidei, da lui fondata nel 1984. Ha all’attivo numerose pubblicazioni di carattere scientifico e divulgato, specie relative alla Storia della Chiesa e al Magistero dei Papi del ‘900 Tra queste ricordiamo “Paolo VI. Parole ai presbiteri” (2020), “Fede e vita del cristiano dal Catechismo della Chiesa cattolica” (2020), “San Paolo VI. Prete dei giovani, vescovo degli operai, papa del dialogo” (2018), “La Chiesa del Concilio vaticano II” (2015).