OSPITE L’IMAM DI BOLOGNA PER PARLARE DI DIALOGO TRA PAPA ED ISLAM

Venerdì 4 ottobre in serata a Pordenone, nella bella cornice di Palazzo Montereale Mantica, sala gremita di pubblico per la conversazione tra la vaticanista de l’Avvenire Stefania Falasca e l’Iman di Bologna, Yassine Lafram, Presidente dell’U.CO.I.I. – Unione delle Comunità Islamiche in Italia.

Gli ospiti hanno parlato de “Il dialogo del Papa con l’Islam”, alla luce dell’incontro con il Grande Imam di al-Azhar e della firma del documento comune sulla fratellanza umana negli Emirati Arabi del febbraio scorso. Ha moderato monsignor Giosué Tosoni, docente di Teologia del dialogo interconfessionale e interreligioso.

INFORMAZIONE CATTOLICA E NEO-POPULISMO, NEL VENERDI’ DELLA RASSEGNA

Venerdì 4 ottobre, nella Sala Capitanio di Palazzo Carli di Sacile, si è svolta una tavola rotonda dal titolo “L’informazione cattolica tra sviluppo sociale e culturale nell’epoca del neo-populismo”. Hanno partecipato Desmond O’Grady, collaboratore tra gli altri di Washington Post e New York Times, don Adriano Bianchi, presidente della Federazione Italiana Settimanali Cattolici e direttore de La Voce del Popolo di Brescia, Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, la giornalista Silvia Guzzetti. Ha coordinato don Alessio Magoga, direttore L’Azione di Vittorio Veneto. S.E. mons. Corrado Pizziol, Vescovo di Vittorio Veneto, ha portato i suoi saluti al pubblico ed ai relatori.

L’incontro è stato promosso in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia ed è inserito all’interno della Formazione Professionale Continua. La frequenza da diritto a 2 crediti formativi.

AD ASCOLTARE, LEGGERE, CRESCERE, IL PROFILO DI JOHN HENRY NEWMAN, PRESTO SANTO

Nel pomeriggio di giovedì 3 ottobre, in Seminario Vescovile a Pordenone, monsignor Roderick Strange, professore di Teologia presso la St Mary’s University, di Twickenham ed Michele Marchetto, docente presso l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia, hanno dialogato intorno alla figura di John Henry Newman, “Un santo per il mondo post-Cristiano”. L’incontro sarà coordinato dal dott. Samuele Busetto.

John Henry Newman (1801 -1890), figlio di padre anglicano e madre evangelica, è stato pasto re e teologo nella Chiesa anglicana. L’amore per i Padri della Chiesa lo ha progressivamente portato all’ingresso nella Chiesa cattolica, avvenuto ufficialmente nel 1842. Pensatore profondo e libero, ha lasciato numerose pubblicazioni di teologia, filo sofia, educazione, vita spirituale. È consi derato anche un antesignano delle intuizioni del Concilio Vaticano II sul ruolo del laicato nella Chiesa e sull’importanza della fede dei semplici. Nel 1879 fu creato cardinale da papa Leone XIII. Beatificato da papa Benedetto durante il suo viaggio nel Regno Unito nel 2010, Newman è segno di amicizia e avvicinamento tra cattolici e anglicani.