AD ASCOLTARE, LEGGERE, CRESCERE, IL PROFILO DI JOHN HENRY NEWMAN, PRESTO SANTO

Nel pomeriggio di giovedì 3 ottobre, in Seminario Vescovile a Pordenone, monsignor Roderick Strange, professore di Teologia presso la St Mary’s University, di Twickenham ed Michele Marchetto, docente presso l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia, hanno dialogato intorno alla figura di John Henry Newman, “Un santo per il mondo post-Cristiano”. L’incontro sarà coordinato dal dott. Samuele Busetto.

John Henry Newman (1801 -1890), figlio di padre anglicano e madre evangelica, è stato pasto re e teologo nella Chiesa anglicana. L’amore per i Padri della Chiesa lo ha progressivamente portato all’ingresso nella Chiesa cattolica, avvenuto ufficialmente nel 1842. Pensatore profondo e libero, ha lasciato numerose pubblicazioni di teologia, filo sofia, educazione, vita spirituale. È consi derato anche un antesignano delle intuizioni del Concilio Vaticano II sul ruolo del laicato nella Chiesa e sull’importanza della fede dei semplici. Nel 1879 fu creato cardinale da papa Leone XIII. Beatificato da papa Benedetto durante il suo viaggio nel Regno Unito nel 2010, Newman è segno di amicizia e avvicinamento tra cattolici e anglicani.